• Lacoste e il coccodrillo animalista

    by  • 6 marzo 2018 • Marchi e Produzione, Marketing e Pubblicità, Solidarietà e sensibilizzazione • 1 Comment

    Lacoste rinuncia al suo celebre coccodrillo per dare voce a dieci specie animali in via di estinzione. La buona causa è la campagna di sensibilizzazione #LacosteSaveOurSpecies promossa in collaborazione con SOS Save Our Species.


    In alto: @Lacoste (Fonte: lacoste.com)

    In alto: @Lacoste (Fonte: lacoste.com)

    Dopo la collaborazione del 2009 con i fratelli Campana e dopo aver personalizzato il coccodrillo con i colori della bandiera francese in occasione delle olimpiadi di Sochi 2014, Rio 2016 e PyeongChang 2018, la nuova iniziativa di Lacoste è una serie a tiratura limitata di polo, curata dal designer Felipe Oliveira Baptista e realizzata per supportare SOS Save Our Species e il programma dell’International Union for Conservation of Nature (IUCN).


    In alto: @Lacoste (Fonte: lacoste.com)

    Dieci modelli dedicati ognuno a una specie diversa e realizzati in un numero pari alla quantità ancora in vita per ogni singolo animale, in tutto 1775 polo per la prima volta dalla nascita del marchio francese senza il classico coccodrillo verde. Al suo posto le icone della Vaquita, della Tartaruga Rugosa Birmana, del Lepilemure Settentrionale, del Rinoceronte di Giava, del Gibbone di Cao Vit, del Pappagallo Kakapo, del Condor della California, del Saola, della Tigre di Sumatra e infine dell’Iguana di Anegada. Questa è la pagina per vedere in dettaglio tutti i modelli.

    In realtà il coccodrillo non sparisce del tutto, è infatti presente sotto il colletto sul retro della maglia, ma la campagna resta comunque un’iniziativa interessante e coraggiosa, che dimostra come in questi ultimi anni la comunicazione e l’identità di un marchio si possa costruire sui contenuti e non soltanto sulla forma.
    In questo modo Lacoste richiama l’attenzione su una importante questione ambientale e, allo stesso tempo, giocando con il suo elemento indentitario per eccellenza, coinvolge il pubblico e dà ancora più valore alla sua storia.


    In alto: @Lacoste (Fonte:
    lacoste.com)

    Le magliette sono state messe in vendita sul negozio ufficiale online al costo di 150,00 euro e, come era prevedibile, sono andate esaurite in pochissimo tempo. Speriamo solo che per i dieci animali non finisca allo stesso modo.
    #LacosteSaveOurSpecies

     

    Leggi anche:

    • Via il coccodrillo, una tigre nel logo Lacoste (per beneficenza), di Fabio Casciabanca su ninjamarketing.it
    • Le polo Lacoste con le specie a rischio al posto del coccodrillo, di Paola Montanaro su gqitalia.it
    • Gli amici (in pericolo) del coccodrillo Lacoste. Nuovo logo per la collezione dal cuore animalista, di Helga Marsala su artribune.com
    • Senza coccodrillo, edizione limitata della polo Lacoste, su amalamaglia.it

     

    One Response to Lacoste e il coccodrillo animalista

    1. cyrus
      19 marzo 2018 at 19:15

      Grazie per aver segnalato!! 🙂

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.