• Cultura e spettacolo

    Quelle t-shirt indossate da Miles Davis

    by  • 15 febbraio 2016 • Cultura e spettacolo, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 2 Comments

    Uno dei più grandi trombettisti di sempre, una frase e due numeri che forse raccontano qualcosa. L’incontro insolito con due magliette trovate per caso tra le tante note sparse nella rete. Il Web regala molto ma a volte non basta, perché io queste magliette non so ancora cosa significano. Quindi se qualcuno di voi...

    Read more →

    L’incontro perfetto tra musica e magliette

    by  • 7 febbraio 2016 • Cultura e spettacolo, Il tatuaggio di stoffa, Marketing e Pubblicità, Società e costume, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 3 Comments

    Migliaia di chilometri di nomi, di note, di storie e una quantità infinita di emozioni. Quando musica e t-shirt si incontrarono nulla fu come prima. Le magliette divennero, sin da subito, il mezzo perfetto per veicolare passioni spesso irrazionali e una voglia di appartenenza che solo la musica sapeva regalare. Oggi, dopo tanti anni,...

    Read more →

    Sessant’anni di punk e una storia incredibile

    by  • 31 gennaio 2016 • Cultura e spettacolo, Pensieri e parole, Provocazione e Protesta, Società e costume, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 2 Comments

    John Lydon alias Rotten compie 60 anni. Lui e suoi Sex Pistols, luce e oscurità di una società difficile. Controverse e trasversali, operazioni ed espressioni uniche tra musica, moda, sociologia, cinema, trasgressione e marketing. Ma in mezzo a tutto questo ci fu anche il tempo per un po’ di beneficenza e una maglietta curiosa.

    Read more →

    Un anno e due storie da non dimenticare

    by  • 26 gennaio 2016 • Cultura e spettacolo, Curiosità, Il tatuaggio di stoffa, Storia della t-shirt • 3 Comments

    Rispolvero volentieri l’argomento di un vecchio post di quasi due anni e mezzo fa. Siamo all’inizio del 1900, subito dopo la fine della prima guerra mondiale. Forse (e dico forse) proprio a questo si devono due esordi ufficiali, due prestigiosi eventi che qualsiasi appassionato di t-shirt dovrebbe conoscere.

    Read more →

    Belli, forti, cattivi e sempre in t-shirt

    by  • 7 gennaio 2016 • Bianche, Cultura e spettacolo, Il tatuaggio di stoffa, Sexy, Società e costume, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 2 Comments

    Brando, Sordi, Winkler, Ranx ma anche James Dean (Gioventù bruciata), John Travolta (Grease), Matt Dillon (I ragazzi della 56ª strada e Rusty il selvaggio), Carlo Verdone (Troppo Forte), le bande di West Side Story e molti altri sparsi in quasi settant’anni di rappresentazioni ed emulazioni, più o meno serie, dell’uomo ribelle e carismatico con...

    Read more →

    Una storia di immagini e trasformazioni

    by  • 9 dicembre 2015 • Cultura e spettacolo, Eventi e progetti, Il tatuaggio di stoffa, Storia della t-shirt • 11 Comments

    Il 25 ottobre scorso durante il Miteeca Festival, ho curato, con il supporto di Alessio Ferri e Rodolfo Gallucci, Universo T-shirt, una piccola mostra retrospettiva dedicata al mondo della t-shirt. Un percorso visivo, strutturato in dieci pannelli, nel quale ho voluto raccontare l’evoluzione della maglietta attraverso dieci argomenti, divisi in due categorie: “La storia”...

    Read more →

    Il “Roscio” tra pop e “Acqua e sapone”

    by  • 13 luglio 2015 • Arte, Cultura e spettacolo, Il tatuaggio di stoffa, Moda, Società e costume, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 1 Comment

    Che un film di Carlo Verdone faccia divertire è abbastanza normale, ma che lo stesso film sia da stimolo a una breve ma intensa ricerca sulla moda degli ultimi trent’anni, forse un po’ meno. Benvenuti allora in uno dei miei post più allucinanti di sempre, che vi consiglio fortemente per volare leggeri sulla mescolanza...

    Read more →

    Punk per forza, Fake per gioco, Ermex per passione

    by  • 10 gennaio 2015 • Cultura e spettacolo, Interviste, Marchi e Produzione • 2 Comments

    Persona sincera, creativa e, a suo modo, geniale, Ermes Maiolica avrebbe preferito diventare famoso per le sua magliette piuttosto che per i suoi scherzi on-line. Perché in fondo, nonostante i finti scoop virali e le vere apparizioni televisive, non ha mai tradito, nella sua vita di metalmeccanico ternano, il suo spirito punk e la...

    Read more →