• Cinica“mente” a San Valentino…

    by  • 14 Febbraio 2009 • Pensieri e parole, Provocazione e Protesta, Società e costume • 11 Comments

    Maglietta ad effetto durante il processo per l’omicidio di Meredith Kercher a Perugia. Flash d’agenzia presenti in tutte le maggiori testate giornalistiche a testimonianza di quanto ancora oggi una T-shirt possa essere utilizzata per parlare o far parlare di sé.


    È Amanda Knox a presentarsi in t-shirt bianca e a gridare al mondo intero “All you need is love” e se a dirlo è proprio lei che è indagata per omicidio c’è da crederci sul serio. La maglietta è grande, sotto un leggero maglione più scuro, la scritta rosso “sangue” anche e la sorpresa dei presenti ancora di più.
    È stato il padre a regalargliela, conoscendo la sua passione per i Beatles e lei sorridente ha indossato il suo regalo fulminando tutti.
    Ciniche, furbe, provocatorie, romantiche, pazze, innocenti o colpevoli che siano Amanda e la sua t-shirt hanno fatto sicuramente centro.

    11 Responses to Cinica“mente” a San Valentino…

    1. 16 Febbraio 2009 at 20:37

      Sìcuramente ha fatto centro… anche se ìndossarla ìn quel determinato momento magarì ha fatto adìrare a pìù dì uno…. Tu che ne pensì…?

      Bacì t-shìrtosì mìo bel creatìvoneeeeeeeeeee…..!!!!!!

      :o)

      E la camìcìaaaaaaaaa…..?!?!?!?!???????

    2. klauser
      17 Febbraio 2009 at 16:49

      Sicuramente molte persone ci saranno rimaste male, ma il fare centro consiste anche e soprattutto in quello.

      Tutti ne hanno parlato e scritto.

      Non credo che Amanda se ne sia dispiaciuta!! :))

      La camicia in questo momento è dentro l’armadio!!! 😀

      :o)

    3. LVP
      18 Febbraio 2009 at 20:42

      Ecco, queste sono le situazioni in cui l’amore mi fa paura… Ti rendi conto della dissociazione?! E anche della richiesta, assolutamente inconsapevole, di aiuto? Eppure, quanti psichiatri senti parlare in Tv e sui giornali, ma mai che qualcuno di quelli chiamati in causa sia stato capace di PRE-VENIRE i fatti di sangue più sconvolgenti di questi ultimi anni.

      Mi viene il dubbio, anzi la certezza, che non abbiano capito nulla dell’essere umano e delle dinamiche che lo conducono all’omicidio e, di conseguenza, al proprio suicidio mentale. SCONCERTO.

    4. klauser
      19 Febbraio 2009 at 10:45

      Anche io ho pensato che fosse innanzitutto una richiesta di aiuto ma che vuoi fare… finché il parametro di riferimento della gente e soprattutto dei medici sarà quello di capire e razionalizzare anziché “sentire” e “rapportarsi” saremo messi mooooooolto male! 🙂

      È chiaro che questa uscita di Amanda è grave ma ancora più grave, come dici tu, è le reazione esterna e la spettacolarizzazione sterile che ne è stata fatta.

    5. LVP
      19 Febbraio 2009 at 12:00

      Concordo. Lei non si rende conto, quelli che la usano per farne spettacolo sì.

    6. 20 Febbraio 2009 at 17:59

      Ed ora dov’è….?

      ;o)

    7. klauser
      20 Febbraio 2009 at 19:06

      Addosso a me

      😀

    8. 20 Febbraio 2009 at 19:39

      Allora…. vìsto che la ìndossì ì casì sono due…. o faì la foto od ìnventì ìl teletrasporto…. susususu….!!!!

      ;o)

    9. klauser
      20 Febbraio 2009 at 19:43

      😀

    10. Anonimo
      20 Agosto 2014 at 17:28

      Secondo me ha voluto ispirarsi a suo modo a Charles Manson, e oltre alla storia della maglietta lo si capisce anche dalle espressioni che usa spesso nelle foto … guardatele tutte e poi dite se secondo voi lo sia ancora davvero innocente …

    11. Claudio Spuri
      20 Agosto 2014 at 23:17

      Comunque sia, davvero una brutta storia.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.