• La T-shirt è Rock

    by  • 6 gennaio 2009 • Cultura e spettacolo, Libri e pubblicazioni, Storia della t-shirt, Vintage e storiche • 8 Comments

    Un libro raccoglie le più belle e più importanti magliette che hanno accompagnato e vestito, la storia del rock a partire dai mitici anni ’60.


    Pubblicato nel 2007, The Art of the Band T-shirt
    di Amber Easby, Henry Oliver oltre a rappresentare una fantastica galleria di emozioni per chi come me è appassionato di musica rock, è una chiara testimonianza dell’importanza che la maglietta ha avuto per il mercato discografico in tutti questi anni, sia da un punto di vista pubblicitario che economico.
    Ho avuto già modo di parlarne nel mio libro, individuando in una maglietta dei Grateful Dead, realizzata e indossata da un fan nel 1969 durante un concerto, forse il primo esempio di merchandising non ufficiale.
    Ma la produzione artigianale da parte dei fan è frequente già prima, negli anni ’50, quando scrivere il nome dei propri idoli musicali su una maglietta bianca era un’importante testimonianza di interesse nei confronti dei cantanti ma anche una nuova forma di identificazione sociale.

     

    8 Responses to La T-shirt è Rock

    1. 6 gennaio 2009 at 18:27

      mi sa che questo libro me lo compro…mi ricordo che ogni concerto ne compravo una…

    2. klauser
      6 gennaio 2009 at 18:50

      Ci credo!!

      anche per era ed è una droga. Ogni volta mi vorrei comprare tutte le t-shirt esposte nelle bancarelle

      :)))

    3. 7 gennaio 2009 at 00:55

      Io almeno due le compro…. son malata….. XD

      Quel lìbro è gìa mìo….!!!!!!

      Sono ancora ìn terre della queen… haì rìcevuto glì mms….?

      Bacì t-shìrtosì….

      :o)))))

    4. klauser
      7 gennaio 2009 at 01:13

      Chissà quante magliette avrai allora!!!

      Dai descrivimene qualcuna.

      Dimmi quale maglietta preferisci, quale concerto hai amato e quale non indosseresti mai per non rovinarla!

      E ovviamente… ora che sei a Londra, quante ne porterai a casa?

      :o)))

    5. LVP
      7 gennaio 2009 at 17:35

      vabbé, non hai messo una maglietta del Boss… non credo continuerò a leggere questo Blog.

      Se dovessi ripensarci, rendendoti conto della gravissima omissione, ne ho qualcuna da mostrarti 😉

    6. klauser
      8 gennaio 2009 at 00:01

      Dove vai?… Non dirlo neanche per scherzo! :)))

      …sai quanto mi piace il boss ma le magliette che hai visto sono quelle estratte dal libro citato e pubblicate sul sito di Rolling Stone (vedi link nel post)…

      Comunque intanto mandami le t-shirt del boss che preferisci…e poi vediamo!!

      :)))

    7. klauser
      8 gennaio 2009 at 13:43

      @LVP

      A proposito di boss… questo è il link di “The Angel”, la canzone vecchia e bellissima di cui ti parlavo tempo fa!

      🙂

    8. Pingback: “Universo T-shirt” al Miteeca Festival: l’incontro perfetto tra musica e magliette | T-shirt. Il tatuaggio di stoffa

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.